Non sei connesso a internet.
Corporate logo
Retroscena 07

Galaxus Beta – o meglio: perché non siamo il Titanic

Per ora, la nostra pagina web è contrassegnata dal logo «Beta». Cosa vorrà mai dire? Sarà che stiamo lavorando ancora su qualcosa? E su cosa esattamente? Ma soprattutto, cosa c’entra tutto questo con il Titanic?

Gente, ho cercato di tutto, dalle mutande all’OVERWATCH, ma non ho trovato nulla di tutto ciò che invece Amazon potrebbe offrirmi.. Un bel NIENTE..L’assortimento verrà migliorato!? Non riesco a trovare davvero NIENTE..oO
Anonimo

Non è certamente nostra intenzione deludere i nostri clienti. Soprattutto se si sono appena registrati sulla pagina web.

È dunque tempo di spiegare cosa significa il logo «Beta» sul nostro sito web. In breve, significa che abbiamo un sito funzionante, un piccolo assortimento e ottime procedure di pagamento. Insomma, un «minimum viable product» (MVP), come lo chiamiamo noi. Se cerchi su Wikipedia, troverai svelato il nostro piano segreto:

  • Vogliamo capire tempestivamente dove abbiamo potenziale di mercato
  • Vogliamo sapere subito se i processi più importanti funzionano
  • Vogliamo mettere in atto ciò che abbiamo imparato
  • Vogliamo avere una base solida per un ulteriore sviluppo
  • Non vogliamo sprecare risorse su cose futili

Adottiamo sistematicamente la strategia del «minimum viable product». Un esempio? Il nostro poll-tool. Questo tool ci permette di effettuare brevi sondaggi tra i nostri lettori e le nostre lettrici. Quando il nostro team di ingegneri ha implementato la richiesta della redazione all'inizio di quest'anno, ero rosso di rabbia. Per quale motivo? Perché ogni volta che volevamo conoscere i risultati di un sondaggio, dovevamo rivolgerci agli analisti di dati. Una scocciatura unica!

Ma non mi sono dovuto arrabbiare a lungo; infatti, poche settimane dopo abbiamo ricevuto rapporti dettagliati sui nostri sondaggi e concorsi. Ora ho imparato ad apprezzare tali approcci MVP e a essere più positivo: la nuova feature forse non è ancora perfetta, ma posso applicarla subito.

Il pioniere di open source Eric S. Raymond ha scritto un interessante manifesto nel suo libro «La cattedrale e il bazaar. Il libro è pensato per sviluppatori di software, ma descrive anche parti della nostra filosofia. Una delle frasi centrali dice: «Pubblica presto. Pubblica spesso. E ascolta gli utenti».

Proprio quello che facciamo qui, da Galaxus! Invece di ricostruire il Titanic con cui salpare da Amburgo facendo un gran chiasso, ci affidiamo a un motoscafo agile e snello. Si tratta di un primo lancio solido al quale stiamo lavorando. E lo stiamo facendo proprio in quei punti che disturbano il nostro commentatore anonimo.

Le nostre priorità sono già state delineate dal direttore amministrativo Frank Hasselmann: in cima alla lista troviamo senza dubbio l’ampliamento dell’assortimento. Vogliamo, inoltre, aumentare le modalità di pagamento dove necessario. Ovviamente, è nostro interesse offrire i metodi di pagamento più diffusi affinché gli utenti possano fare acquisti in tutta comodità. Noi del team editoriale selezioniamo le tematiche in base ai tuoi interessi e cerchiamo di informarti pubblicando articoli ricchi di informazioni.

Siamo aperti a qualsiasi suggerimento per migliorarci, fa parte della nostra identità. Intanto abbiamo annotato mutande e videogiochi alla nostra lista. Se hai ancora un desiderio o un’idea, faccelo sapere lasciando un commento in fondo alla pagina.

Siamo solo all’inizio di un viaggio – e ogni cliente che ci regala un segno di fiducia ci rende veramente felici.

User

Aurel Stevens, Amburgo

  • Chief Editor
Sono il guru del team dei redattori. Scribacchino 5 giorni su 7 e papà 24 ore su 24. Mi interesso di tecnologia, computer e HiFi. Mi sposto sempre in bicicletta, in qualsiasi condizione meteo e, solitamente, sono di buon umore.

Non ci sono commenti

Non ci sono ancora commenti

3000 / 3000 caratteri